1° TEMA / 25-26 LUGLIO

Le dieci versioni di fedra

IL TEMA
Interpretare un tema classico utilizzando la città stessa di Siracusa, e di Ortigia in particolare, come materia prima e come strumento funzionale alla rappresentazione.

IL CONTESTO
Il lavoro è immaginato in stretta relazione con il teatro greco di Siracusa, di cui l’ultimo spettacolo della passata stagione era una Fedra, ma non ha alcuna pretesa “professionale”. Si tratta piuttosto di un esercizio di carattere sperimentale che verte sul linguaggio. Il tema della rappresentazione si sposa con il mondo del teatro, soprattutto quello classico, che vede nella “versione” la propria ragione di esistere e di continuare ad essere attuale.

IL LAVORO
Gli studenti, organizzati in gruppi di tre persone, sono chiamati a produrre un trittico di lenzuola che rappresentino il dramma di Fedra. Dopo un primo breve incontro di presentazione, girano fra le vie della città osservando, fotografando e disegnando elementi che poi costituiranno i mattoni fondanti degli elaborati. Hanno a disposizione pochi strumenti: il proprio telefono (macchina fotografica), un pennello e tre caratteri tipografici selezionati da noi. Con questa base hanno la libertà di rappresentare in modi diversi – ma attenzione, solo con il colore nero! – il personaggio e la vicenda mitica di Fedra. Alla fine del laboratorio gli elaborati sono esposti e/o esposti appesi come lenzuola stese nella città.